Acquistare una casa con un antifurto installato, un bel vantaggio

Inserito: Lunedì, 25 Luglio 2016 14:47
Scritto da: Romina P.
Dimensione del font:
Al momento di acquistare una casa, quello di trovarsi un impianto di sicurezza pronto ed installato è un vantaggio notevole.
La protezione dell'appartamento contro furti ed intrusioni è infatti fondamentale e rende sicura la vita di tutti giorni. I sistemi si dividono in passivi ed attivi. Nel primo caso parliamo di grate , inferriate, porte blindate, cancelletti che si installano su porte e finestre. I sistemi attivi invece sono gli antifurti e le telecamere di videosorveglianza. Oggi vogliamo focalizzare l'attenzione su quest'ultimo tipo di sistema.
La tecnologia è andata avanti ed i prezzi sono diventati abbordabili . Proteggere quindi una villa, un appartamento, un negozio è diventato veramente facile ed economico. Per avere un'idea, un impianto di allarme per un appartamento di circa 100 mq, composto da centralina, sirena, e 5-6 sensori costa € 2000 compresa l'installazione.
Ci sono poi interessanti agevolazioni fiscali anche per questi tipi di sistemi. Possiamo infatti portare in detrazione il 50% della spesa sostenuta, proprio come avviene per le ristrutturazioni edilizie.

Come è fatto un impianto di antifurto

Il sistema centrale viene gestito da una centralina che si monta solitamente vicino all'ingresso principale della casa, all'interno.
È dotata di display LCD e tastierino numerico per le impostazioni. Un codice alfanumerico di controllo attiva e disattiva l' allarme che può essere personalizzato. Possiamo infatti attivare soltanto una parte di allarme della casa, ad esempio di notte soli il giardino, oppure di giorno soltanto alcune zone non frequentate. Insomma la centralina gestisce tutto il sistema è comunica attraverso il telefono, tramite linea fissa oppure attraverso la rete telefonica GSM con il proprietario della casa. In caso di allarme è infatti in grado di inviare un messaggio o una chiamata avvertendo dell'intrusione.

Se la centralina gestisce tutto quanto il sistema, i sensori si occupano di rilevare il movimento di eventuali ladri. Possono essere applicati all'esterno o all'interno dell'abitazione. Un sensore a raggi infrarossi, oppure microonde, si accorge del movimento di una persona, distinguendola da quello di un animale o di un oggetto che vola nell'aria. Pensiamo ad esempio se i sensori li montiamo esternamente, in giardino.
Un movimento di un uccello può essere confuso con quello di una persona. In questo caso dei buoni sensori si accorgono della differenza e non generano falsi allarmi.
È quindi importante affidarsi a dei professionisti che installano il giusto componente.

I sensori si collegano alla centralina e sono coadiuvati nel loro lavoro anche dalle barriere perimetrali, ovvero dei sensori installati a coppia che creano un fascio invisibile di luce che, se oltrepassato, fa scattare l'allarme.
Anche un sistema di videosorveglianza può essere ben integrato e aumentare la sicurezza della casa. Le nuove telecamere sono molto performanti, lavorano anche in assenza di luce, hanno un sensore di movimento integrato ed inviano una foto, o video, via Internet quando l'allarme è partito. In questo caso possiamo avere sotto controllo la situazione della casa da qualsiasi parte del mondo, possiamo attivare e disattivare l'allarme telefonicamente o tramite app integrata.
La sirena si monta esternamente e spara un allarme sonoro di circa 100 dB che non solo fa allontanare gli intrusi, ma fa individuare vicini alle forze dell'ordine la casa attaccata dai ladri. 
Per maggiori informazioni il blog degli antifurti: http://www.antifurtoallarme.eu/

Questo sito e gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e, previo tuo consenso, di cookie di profilazione.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.