Vittime dello stress? Impariamo dai danesi come vincerlo in casa grazie allo Hygge!

Inserito: Martedì, 20 Marzo 2018 11:08
Scritto da: Rosa
Dimensione del font:

Come è possibile che la Danimarca, notoriamente paese scandinavo con poche ore di luce durante l’anno sia in cima riconosciuto come “popolo più felice” secondo il rapporto mondiale della felicità stilato dall’ ONU?

Il merito, se così si può chiamare, è racchiuso in una parola, Hygge, che tradotto significa letteralmente “comodità”, che indica un comportamento quotidiano fatto di calore, casa e compagnia.
I danesi hanno capito che il freddo si combatte con le persone, in un pomeriggio davanti al camino, con una buona tazza di thè e tanto sano buonumore. In una parola “confort”.

Le case danesi sono costruite e progettate con una zona living accogliente, grande a sufficienza per accogliere amici e parenti, le cucine sono spesso a vista per non interrompere le conversazioni, le tavole sono grandi, molto più di quanto basterebbe ad una famiglia: il tutto allo scopo di poter ospitare in ogni momento chiunque porti serenità. 

Hygge è la sensazione di un momento piacevole trascorso in buona compagnia. Via cellulari, tablet e tv. Vivere Hygge significa dare priorità alle persone, alla casa ed anche a noi stessi.
Legno e tessuti sono onnipresenti nelle case danesi, allo scopo di aggiungere calore ed energia.

Hygge è la sensazione e l’atmosfera di una casa conviviale nata in un luogo in cui il freddo ed il buio ne fanno da padrone.
Riunirsi, mettersi comodi e cercare di trarre il meglio possibile è l’atteggiamento che vince, i dati sono concreti e stilati dall’ONU. La felicità non sta tanto nel luogo, quanto nell’anima e nella case di chi la vive.

Questo sito e gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e, previo tuo consenso, di cookie di profilazione.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.