7 Consigli pratici per acquistare una casa senza errori

Inserito: Giovedì, 11 Maggio 2017 08:30
Scritto da: Arianna
Dimensione del font:

Stanche dell’affitto e volete acquistare una casa tutta vostra?
Prossimi al matrimonio, cercate un nido in cui far crescere la vostra famiglia?
Avete un bilocale e cercate una casa più grande?
Qualsiasi sia la vostra esigenza, sappiate che comprare una casa è un passo davvero importante, e bisogna farlo con la giusta consapevolezza e determinazione. Vietato avere fretta!
Ecco un interessante promemoria da tenere bene in mente con i passi da fare per diventare, finalmente, proprietari di casa!

1. Budget.
La prima cosa è necessario determinare il budget a vostra disposizione. Inutile perdere tempo a vedere case o appartamenti fuori dalle vostre possibilità, vi farà solo sognare ed innalzare le vostre aspettative.
Se necessitate di un mutuo, per prima cosa occorre prendere un appuntamento nella vostra banca di fiducia per capire l’erogazione massima, condizioni e rate.

2. Tipologia.
Chiarito il budget a vostra disposizione è necessario capire che tipologia di immobile state cercando. Molte preferiscono una casa o appartamento già pronto, altri adorano le ristrutturazioni (a parità di budget possono comprare ad un prezzo inferiore e dedicare la rimanente parte ad una ristrutturazione a proprio gusto). Altri invece preferiscono comprare un terreno e costruire una propria abitazione, chi in legno, con le nuove tecniche di costruzione ad impatto zero (dette “case passive”) altri invece preferendo la tradizionale casa in muratura.

3. Niente fretta.
Una volta scelta la tipologia di casa che più vi interessa, il nostro consiglio è di vederne quante più possibile, per farvi un’idea concreta su cosa offre il mercato per il vostro budget .
Rivolgetevi ad agenzie immobiliari per un’assistenza a 360°. Molte possono essere le complicazioni che nascono difronte all’acquisto di una casa, solo di chi è del mestiere può intuire alcuni problemi, ma soprattutto risolverli!
Se puntate ad un immobile da ristrutturare, andate a vedere case in compagnia di un geometra o architetto. Con la loro esperienza sarà più facile capire il reale stato dell’immobile.  

4. Extra.
Ricordatevi di non esaurire per intero il vostro budget. ll prezzo dell'immobile che avete scelto non è mai il prezzo finale che andrete a pagare. È importante ricordarlo quando decidete di fare un’offerta al proprietario. Al prezzo della casa vanno aggiunte delle spese in più, di circa 10%. Un esempio? Se comprate una nuova abitazione sappiate che c’è da pagare l’Iva. Se la casa invece è di seconda mano, bisogna tenere conto dell’imposta di registro. In più c’è da considerare la provvigione dell’agenzia immobiliare, le imposte catastali, il notaio e la caparra che vi occorrerà per “fermare la casa”

5. Mutuo.
Se fate parte di quella percentuali di persone che deve accendere un mutuo per poter comprar la propria casa, sappiate che ne esistono di diverse tipologie: A tasso fisso, variabile e misto. A prescindere dalla vostra scelta la cosa più importante da sapere è che non otterrete mai l’intero importo, ma al massimo l’80%, il che significa che dovrete aver racimolato un gruzzoletto tale che compensi il restante 20%. Con un mutuo oltre i 25 anni, calcolando tutti gli interessi e le rate, l'affare non conviene: la casa diventa troppo cara. Inoltre di norma la quota del mutuo non dovrebbe sforare il 35-40% del vostro reddito. Da ricordare poi che anche il mutuo ha i suoi costi: l'imposta ipotecaria, che vale in genere il 2% dell'importo, e l'assicurazione che spesso viene abbinata.

6. Ristrutturazione.
Se avete optato per un immobile da ristrutturare, sapete già che andrete incontro a delle spese, nell’ordine di quanto avete in mente di stravolgere. La buona notizia è che potrete usufruire di bonus per le ristrutturazioni per l'acquisto di mobili (legato a ristrutturazione) e per i lavori di efficientamento energetico (per esempio il cambio degli infissi): pagate oggi e per i prossimi dieci anni in dichiarazione dei redditi usufruirete di una detrazione Irpef pari al 50% della spesa nei primi due casi, e al 65% nel terzo caso.

7. Spese post acquisto.
Prima di acquistare una casa pensate anche al dopo. Al proprietario o all'agente immobiliare non dimenticate di chiedere a quanto ammontano le spese condominiali. State poi attenti allo stato del palazzo in cui andrete ad abitare, per evitare che subito dopo l'acquisto si inizino dei lavori di manutenzione che faranno lievitare le rate del condominio. Se poi state acquistando una seconda casa, ricordate che dovrete pagarci anche l'Imu.

Questo sito e gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e, previo tuo consenso, di cookie di profilazione.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.