Quanto risparmiare con le spese immobiliari detraibili?

Inserito: Giovedì, 21 Aprile 2016 14:21
Scritto da: Romina P.
Dimensione del font:

Dichiarazione dei redditi, Ahimè un argomento spinoso per molti, ma non per tutti.
Per chi ha sostenuto delle spese è il momento in cui poterle portare in detrazione.
Ne fanno parte le spese sanitarie, mediche, assicurative e soprattutto spese immobiliari!

Una prima precisazione riguarda la differenza tra le spese deducibili e quelle detraibili.
Le prime riducono il reddito complessivo su cui calcolare l’imposta dovuta, le seconde invece vengono utilizzate per diminuire l’imposta da pagare.

Conosciamo nel dettaglio quali spese immobiliari possiamo portare in detrazione e le percentuali di recupero.

  • Interessi passivi mutui – Detrazioni del 19%. In fase di dichiarazione dei redditi devono essere indicati gli importi degli interessi passivi, degli oneri accessori e delle quote di rivalutazioni pagati nel 2015 per i mutui, indipendentemente dalla scadenza della rata.
  • Ristrutturazione edilizia - Detrazioni del 50% - confermata anche per quest'anno la detrazione del 50% per gli interventi di ristrutturazione edilizia e di messa in sicurezza del patrimonio edilizio.
  • Acquisto di mobili e di elettrodomestici - Detrazioni del 50% per – Si può detrarre fino al 50% delle spese sostenute per l'acquisto di grandi elettrodomestici e di mobili per un tetto di spesa di 10.000 euro, spalmabili in 10 anni, indipendentemente dall'ammontare speso per i lavori di ristrutturazione.
  • Riqualificazione energetica - Detrazioni del 65% - per chi esegue lavori di riqualificazione energetica è prevista una detrazione del 65% sulle spese sostenute. Dal 2015 è decaduto l'obbligo di inviare al Fisco la comunicazione per i lavori che proseguono per più periodi d'imposta, con riferimento alle spese sostenute nel 2015 in relazioni ai lavori che proseguiranno nel 2016.
  • Cedolare secca - Chi opta per il regime alternativo della cedolare secca per dare in locazione immobili a canone concordato può usufruire, dal 2014 al 2017, di un'aliquota agevolata del 10% (anziché del 15%).
  • Spese provvigione agenzia immobiliare - I compensi pagati a soggetti di intermediazione immobiliare per l'acquisto di un immobile da adibire ad abitazione principale sono detraibili nella misura del 19%, su un importo massimo di 1000 euro.

Questo sito e gli strumenti da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici e, previo tuo consenso, di cookie di profilazione.
Chiudendo questo banner acconsenti all'uso dei cookie.